Crea sito

Il Solstizio d’Estate , astronomia, tradizioni ed esoterismo

Alle ore 12:07 (ora italiana), di oggi 21 giugno , inizia ufficialmente il solstizio d’estate.  Il termine “Solstizio” deriva dal latino  Solstitium ed è composto da Sol – Sole e Sistere – fermarsi, per cui il suo significato è “il momento dove il sole si ferma”. 

A livello astronomico, rappresenta il momento in cui il sole culmina allo zenith; il sole raggiunge il punto di inclinazione massima, fenomeno questo, dovuto all’inclinazione dell’asse terrestre rispetto ai raggi solari. Ciò avviene  lungo il tropico del cancro a mezzogiorno, mentre tra il circolo polare artico e il polo nord, il sole non tramonta e si assiste ad una durata di 24 ore di luce.  Il 21 giugno, quindi, il sole celebra il suo massimo trionfo in quello che è il giorno più lungo dell’anno. Contemporaneamente però, inizia il suo declino in quanto da qui in avanti le giornate inizieranno ad accorciarsi fino ad arrivare al 21 dicembre, solstizio d’inverno, in cui il sole invece raggiungerà il punto di inclinazione minima.

Il solstizio d’estate è collegato al tema della rinascita, e metaforicamente è la vittoria del bene sul male poiché è il giorno in cui il sole, quindi la luce, ha il predominio sulle tenebre.  In passato era collegato a numerosi riti per lo più connessi all’agricoltura oltre che essere profondamente intessuto di miti, leggende, tradizioni, esoterismo e stregoneria.  E’ il giorno in cui il sole, simbolo di fuoco, fa il suo ingresso ufficiale nel segno del cancro, segno d’acqua dominato dalla luna. Da qui, una serie di corrispettivi opposti: Fuoco-Acqua, Sole-Luna, Luce-Ombra, Maschile-Femminile, Positivo-Negativo; il tutto culminante in una “unione divina”, un “matrimonio sacro” in grado di generare energie ed influssi positivi.

Nell’antica Roma, la festa per il solstizio era dedicata al Dio bifronte Giano, il quale ruotando la testa da un lato all’altro (simbolicamente sull’asse terrestre) aveva il compito di accompagnare il passaggio da una condizione astronomica all’altra.

Tracce di culti in onore del sole, si trovano in tutto il mondo. In Perù nel sito archeologico di Macchu Picchu, si può ancora oggi osservare il “Torreon” , il tempio del sole e “l’hintihuatana” un orologio solare scavato nella roccia.

I Maya, che dedicavano particolare attenzione allo studio dei corpi celesti e dei fenomeni astrologici,  avevano edificato  “El Caracol” un monumento che era una sorta di osservatorio per monitorare solstizi ed equinozi.

Anche in Egitto si può osservare come le piramidi siano dislocate in base ad orientamenti astronomici, così come gli obelischi posizionati in maniera tale che la loro ombra possa scandire tanto le ore quanto la ciclicità stagionale.

I Celti utilizzarono il complesso megalitico di Stonehenge per capire i fenomeni astronomici del sole. Le pietre che lo compongono formano una sorta di calendario tanto che, durante il solstizio d’estate un raggio di sole attraversa uno dei triliti ricadendo sull’altare centrale; questo fenomeno permetteva di di comprendere l’avvicendarsi delle stagioni.

Ancora oggi, ogni anno, migliaia di persone si radunano nel sito considerato luogo magico, per attendere l’alba e celebrare incantesimi e cerimonie sacre e con l’intento di rinnovare il saluto al sole come era usanza presso i Druidi e i guerrieri del passato.

Anche in Italia, a Firenze,  ogni anno nella Cattedrale di Santa Maria del Fiore, si può assistere ad un fenomeno singolare.  Lo gnomone, ovvero la parte dell’orologio solare che proietta la propria ombra sul piatto, funge da “trappola per il sole” e i raggi solari che attraversano la cupola del Brunelleschi, formano un disco solare che si sovrappone a quello presente sul pavimento all’interno della chiesa.

In tutto ciò non può mancare anche il significato esoterico legato al solstizio d’estate. Secondo gli appassionati infatti, in questo periodo si sprigionano forze naturali dal potere occulto. Chi celebra il solstizio d’estate ha in mano, dal punto di vista esoterico, il Pugnale Supremo del Comando per dirigere gli eventi e avere il controllo sui poteri lunari dell’inconscio e dell’invisibile. Per la Massoneria, legata per antonomasia alla natura esoterica, rappresenta un rito di purificazione, la nuova alba dell’individuo che fa il proprio ingresso iniziatico nel Tempio Cosmico. Una unione quindi, tra cosmo e natura fondendosi per sentirsi parte del Tutto. La Massoneria dedica le cerimonie del solstizio a San Giovanni Battista, riconosciuto come il Santo Patrono dei Cavalieri Templari…

 

Teresa Anania

 

 

 

Immagini e Fonti web

Teresa Anania

Pubblicato da Teresa Anania

Eccomi..... Sono Teresa Anania, e ho una passione sfrenata per i libri. Un amore iniziato ad otto anni e cresciuto nel tempo. Amo scrivere e riversare, nero su bianco, emozioni, sentimenti e pensieri concreti e astratti. La musica è la colonna sonora della mia vita. Ogni libro lascia traccia dentro di noi e con le recensioni, oltre a fornire informazioni "tecniche", si tenta di proiettare su chi le leggerà, le sensazioni e le emozioni suscitate. Beh..... ci provo! Spero di riuscire a farvi innamorare non solo dei libri ma della cultura in senso lato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.