Crea sito

Il Sigillo delle Cento Chiavi di Daniela Tresconi

Il sigillo delle cento chiavi di Daniela Tresconi

Il Sigillo delle Cento Chiavi di Daniela Tresconi, edito Panesi Edizioni. Le nostre radici riflettono quell’onda che ci riporta sempre a casa.

Della scrittrice Daniela Tresconi avevo già letto il libro” La linea del destino” e alcuni brani tratti dalla raccolta “ Pensieri di mamma” e devo dire che anche questa volta è riuscita a soddisfare le mie aspettative.

La sua scrittura è un’affascinante forma d’arte: erudita, precisa e coinvolgente.

L’autrice ci descrive in modo molto accurato le bellezze di un piccolo Borgo di Pitelli, sito in Liguria,    frazione del comune di La Spezia, adagiata su una collina sopra il  golfo, che offre scenari suggestivi che si diffondono dal mare verso le colline e viceversa. 

Daniela, in modo estremamente elegante, apre un finestra sulla cultura, sulle tradizioni,sui costumi, sulla storia  di questo misterioso posto e, insieme a una buona dose di fantasia, riesce a prenderci per mano facendoci respirare l’aria dell’ospitale, dell’oratorio, della cappella,ma anche i pensieri dei suoi abitanti, le loro filosofie religiose e il segreto che avvolge la vita dei protagonisti.

“ La festa del paese non è una sagra, ma un’esperienza unica e inimitabile.  È una narrazione a cui partecipa tutto il paese. Turbinio di persone, aromi, sapori e musica”.

Si parla del bene e del male, di anime corrotte, di simboli, di un sigillo, di chiavi, di un marchio dedicato a San Bartolomeo, ma si parla anche di amore, di speranza e di lealtà.

“Demoni che gridano vendetta. Volevano sostituirsi a Dio. Quanto tempo può passare prima che una vittima diventi carnefice?”

La scrittrice, traccia una linea temporale che parte dal XVI sec. e precisamente dal 1546 ( quando si diffusero malattie contagiose come il tifo petecchiale) fino ad arrivare ai tempi nostri. Avvia un excursus storico e artistico che vede protagonista una delle famiglie più potenti di Arcola, i Visdomini, per giungere poi in Germania e precisamente a Francoforte e presentarci le sue raffinate ricchezze culturali.

“ La via Romea Longobarda, il Borgo del Ducato di Pistoia, la via Regia, la principale via medievale utilizzata dai pellegrini, commercianti per il trasporto della cera, del miele, del legno, delle stoffe …

Borgo di Arcola, torre e castello che si scagliano contro il cielo. Orti di Pitelli, terrazzamenti sotto la chiesa.

Duomo di Francoforte, arte gotica tre navate divise da colonne, altari decorati, pietre tombali …”

Parecchio  interessante la leggenda di un tunnel segreto che caratterizza questi luoghi e che rende l’intera lettura particolarmente stimolante.

Vorrei sottolineare un aspetto del libro per me molto significativo: la figura delle donne! Così come nel suo precedente libro ( la linea del destino) le donne hanno un ruolo determinante per la nostra autrice, ruolo che riscatta ancora una volta la dignità del sesso femminile. Donne intelligenti, intraprendenti, all’avanguardia che non si piegano di fronte a nulla e a nessuno.

“ Mi ha insegnato a essere diffidente, scaltra e ammaliante. Non avrei dovuto dipendere da alcuno. Pensa pure in modo sbagliato, ma in ogni caso pensa con la tua testa”.

Molto commovente anche l’approccio con le varie forme d’amore …

“ Io sono te e tu sei me. Lo saremo sempre anche quando il tempo e l’oblìo avranno cancellato ogni ricordo della nostra esistenza terrena”.

Tanti i messaggi concreti che Daniela ci porge attraverso le sue accurate pagine: si citano musei, opere di artisti famosi sia stranieri che italiani e si incita ( soprattutto il pubblico giovanile) a un approccio più diretto con questa consistente realtà. Invito, a mio modesto avviso, di notevole rilievo!

“Progetto avvicinare i giovani al mondo dell’arte. Galleria, opere di pittura antica, arte moderna e contemporanea. Opere di Monet, Degas, Van Gogh, Beato Angelico, Mantegna, Parmigianino …”

Un altro bellissimo insegnamento è quello della positività; il fatto di essere ottimisti e di varcare, attraverso il sorriso della propria anima, ogni ostacolo.

“ La capacità di vedere sempre il bicchiere mezzo pieno. Ridere è il vestito più bello che ho”.

Ho apprezzato in modo particolare le immagini relative ai protagonisti, riportate dall’artista Elena Galati Giordano e la cover che rispecchia a tutto tondo l’essenza del libro.

 Sono sincera quando scrivo che ho respirato tantissima poesia sfogliando questo “fecondo” volume che  potrei definire un “ collage” di emozioni convergenti …

Complimenti vivissimi alla scrittrice Daniela Tresconi e al suo “ Il Sigillo delle Cento Chiavi”.

Titolo : Il Sigillo delle Cento Chiavi

Autore : Daniela Tresconi

Editore : Panesi Edizioni

EAN: 9788899289867

la linea del destino, Daniela Tresconi

Daniela Tresconi nasce a La Spezia nel 1965. Vive ad Arcola dove lavora come dipendente di un ente pubblico. È iscritta all’Ordine dei Giornalisti e collabora con il “Secolo XIX” per la redazione spezzina e con il magazine “L’Ordinario”. Il suo romanzo d’esordio è il mistery storico La linea del destino (Panesi Edizioni, 2017). Ha scritto vari racconti, come La farfalla dorata, inserito nell’antologia Tutta colpa dello zodiaco (NPS Edizioni, 2018), Lo spartito del diavolo, inserito in Jukebox. Racconti a tempo di musica (NPS Edizioni, 2017) e Lettera al mare, inserito in Pensieri di Mamma (Panesi Edizioni, 2017). A dicembre 2018 è uscito il suo libro per bambini, Il piccolo faro e il delfino Blu (NPS Edizioni).
Contatti: E-mail: tresconi65@gmail.com Pagina Facebook: Romanzi & Racconti di Daniela Tresconi

La descrizione del libro

Golfo della Spezia (Liguria), fine del ‘500. Due frati e il giovane novizio Sebastiano abbandonano la cappella di San Bartolomeo delle cento chiavi alla marina dopo averla data alle fiamme. Conducono con loro due preziose teche: una verrà custodita nelle viscere della collina mentre l’altra verrà portata a Francoforte in Germania dal giovane Sebastiano e dall’intraprendente Camillea. Il segreto su un misterioso quadro e sul contenuto delle due teche sarà protetto nei secoli dagli appartenenti alla Confraternita delle cento chiavi.
Francoforte (Germania), oggi. Il giovane Sebastien eredita da nonna Sibille uno scrigno che contiene uno sconvolgente segreto. Il ragazzo intraprenderà un viaggio in Italia, nel piccolo borgo di Pitelli in Liguria, alla ricerca del suo passato e di quello di un’intera comunità, trovando invece il suo futuro e l’amore di una giovane donna. Sceglieranno di continuare a proteggere il segreto?

Alessandra Di Girolamo

Pubblicato da Alessandra Di Girolamo

Mi chiamo Alessandra, ma per tutti sono la “donna del meraviglioso sorriso”. In effetti amo sorridere, amo me stessa ,amo la vita e amo il mondo. Adoro leggere e volare insieme alle mie emozioni verso spazi infiniti. Mi piace scrivere e dare forma ai mie sogni sublimando i miei pensieri in versi che vorrebbero e potrebbero prendere per mano l’anima del lettore e accompagnarlo al di là di quel confine che spesso non si vuole oltrepassare. Anche nel dolore e nella tristezza voglio trovare quella sfumatura che illumina l’anima e riscalda il cuore. “Un’infinità di volte” dire dell’amore con parole sempre nuove è il mio primo libro di poesie, libro che dedico ai miei adorati figli, luce della mia vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.