Crea sito

Tua di Claudia Pineiro

Tua

Claudia Peinero
Buenos Aires. Inés, moglie di Ernesto – irreprensibile dirigente di successo -, trova per caso nella ventiquattrore del marito un biglietto d’amore scritto con il rossetto e firmato “Tua”. Una sera decide di seguirlo fino al parco Bosques de Palermo dove lui e la sua amante si sono dati appuntamento. Iniziano a discutere, lui la spinge violentemente, la donna cade, sbatte la testa contro un sasso e muore. Inés torna a casa ben decisa a fare il possibile per coprire il marito, salvare le apparenze e il matrimonio. “Tua” è un thriller psicologico vertiginoso, che incalza il lettore fin dalle prime righe: un meccanismo a orologeria che non risparmia colpi di scena sorprendenti. Il terribile ritratto in giallo di una normale famiglia borghese.

Introduzione

Il libro spalanca le porte di una linda casetta unifamiliare della Buenos Aires residenziale abitata da una tipica famiglia borghese argentina: il padre Ernesto, imprenditore di successo , la madre Inés, casalinga quasi perfetta, la figlia Lali, adolescente apparentemente alle prese con i problemi tipici della sua età. Tutto molto normale, tutto quasi noioso.
A sgretolare, però ,il quadretto idilliaco da tipica famiglia del “Mulino bianco” è il ritrovamento di Inés nella ventiquattrore del marito di un foglio con un cuore disegnato con il rossetto e firmato “Tua”.


Recensione

Inés è una casalinga dedita tutto il giorno a rendere confortevole e gradevole la vita al marito, impegnatissimo uomo d’affari.
La figlia è per lei poco più di un’ombra che di tanto in tanto scambia qualche commento acido e poi esce per andare dall’amica o al centro commerciale. Il suo perenne malumore non viene indagato, ma liquidato come atteggiamento tipico dell’età adolescenziale.
Quando scopre che il marito la tradisce, lo segue ed assiste ad un violento litigio fra i due amanti che sfocerà nella morte della ragazza . Conformista al massimo, per mantenere la facciata di onorabilità e di dignità della famiglia, decide di aiutare il marito fedifrago e di fornirgli l’alibi che lo terrà fuori da ogni sospetto.
Ma nulla è così come appare. In un crescendo di suspense e di ribaltamento di ruoli, il libro indaga l’animo cinico e subdolo di persone che all’apparenza sembrano condurre una vita onesta e laboriosa, ma che in fondo rivelano un lato di insospettata perversione e un vuoto morale che si cela sotto la maschera del perbenismo.
Il libro è quasi tutto scritto in prima persona, con i commenti e i pensieri di Inés che a volte sono quasi comici e a volte sorprendono per cinismo e per una latente lucida follia.
La lettura di questo libro la devo alla raccomandazione di mia figlia : “leggilo e poi mi dirai…” Confesso che non conoscevo Claudia Piñeiro e pensavo che fosse un’esordiente, invece mi sono trovata di fronte una scrittrice, sceneggiatrice, drammaturga, che l’anno scorso ha vinto il “Premio Pepe Carvalho”, riconoscimento internazionale destinato ad autori di polizieschi e intitolato al detective ideato dallo scrittore catalano Manuel Vázquez Montalbán. E’ la prima volta che questo premio viene dato ad una donna.
La scoperta di autori è sempre una cosa interessante, ma il libro di Claudia Piñeiro mi ha letteralmente folgorato: ho scoperto un’autrice ironica, che scrive in modo molto semplice e diretto, con un senso del ritmo e della suspense tipico dei migliori polizieschi.

Conclusioni

Forse uno dei migliori thriller che ho letto. Veramente ben scritto e piacevole in ogni sua parte, il libro si legge tutto di un fiato e si arriva alla fine con un po’ di dispiacere. Ho letto che in Argentina ne hanno tratto un film: chissà se riusciremo a vederlo in Italia.
Consiglio per gli amici del blog: leggetelo, e poi mi direte…

Recensione di Anna Gelardi

Anna Gelardi

Pubblicato da Anna Gelardi

Avvocato per tradizione familiare, lettrice per passione. Tirata per i capelli in questa avventura del blog dalla mia amica Rita, ci sto prendendo gusto. D’altronde è quello che ho sempre fatto fin da piccola: leggere, leggere, leggere. Spero di essere all’altezza delle aspettative e di riuscire a stimolare alla lettura tutti coloro che vorranno seguirmi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.