Crea sito

“Spadino il monello dello Stretto”; “Spadino alla ricerca della grotta dei venti”; “Mara la strana zanzara e i suoi amici”, di Sebastiano Plutino.

“Spadino il monello dello Stretto”; “Spadino alla ricerca della grotta dei venti”; “Mara la strana zanzara e i suoi amici”

Sebastiano Plutino

“Spadino, il monello dello Stretto” è il primo racconto di una serie di avventure che vedono protagonista Spadino De Spadis, un piccolo pescespada, a spasso nello Stretto di Messina insieme ai suoi simpatici compagni Spatola e Lampuga. I lettori più piccoli tratterranno il fiato per conoscere la fine della storia, gli adulti apprezzeranno il linguaggio semplice con cui viene descritto l’affascinante mondo marino che, al passaggio del piccolo “monello dello Stretto”, si anima di suoni, colori e vita.

“Spadino alla ricerca della Grotta dei Venti”
Continuano le avventure di Spadino, il monello dello Stretto. Questa volta il piccolo pescespada, come sempre accompagnato dagli inseparabili amici il pesce capone Lampuga, il pesce sciabola Spatola e dal nuovo membro del gruppo, una piccola cernia di nome Isotta, si lancerà alla ricerca della mitica Grotta dei venti, un luogo misterioso al centro dei racconti di nonno Spadone De Spadis e del suo amico Conger, un vecchio grongo. Procedendo lungo la rotta verso le Isole Eolie, gli intraprendenti avventurieri giungeranno alla dimora del potente re Eolo, signore dei venti, e l’incontro con il solitario e iracondo dio riserverà non poche sorprese ai quattro piccoli esploratori. Anche stavolta l’autore si abbandona ad accurate descrizioni del mondo marino che in questa nuova storia si intrecciano ai miti e alle leggende della terra siciliana.

Data di Pubblicazione: 29.03.2016
Editore: Giambra Editori
Pagg: 96 ill.
Prezzo: €. 8,00

“Mara la strana zanzara e i suoi amici”
Dall’incontro di Mara la”strana” zanzara con Aronne il ghiro insonne, Teresa la volpe incompresa, Natascia la tartaruga liscia e Calliope l’aquila miope, nasce un club per affermare il valore della diversità dalle caratteristiche della specie di ognuno di loro. Lo spirito di coesione e la forza della solidarietà, nell’azione di squadra di cui daranno prova, sarà l’occasione perché la loro diversità venga finalmente accettata dagli altri animali e riconosciuta non come limitante ma come valore aggiunto.

Data di Pubblicazione: 20.05.2019
Editore: Giambra Editori
Pagg: 56 ill.
Prezzo: €.6,00

Introduzione

“Tutti i grandi sono stati bambini una volta, ma pochi di essi se ne ricordano” (Antoine De Saint -Exupéry – Il Piccolo Principe)

Aneddoti personali

Chi l’ha detto che le favole sono solo per bambini? E quanto può essere bello e divertente trascorrere un’ora in serenità catapultandosi, letteralmente, in mondi lontani dalla quotidiana assurdità  del dover essere adulti a tutti i costi, dovendo rispettare per forza quell’inevitabile ruolo stampato a fuoco addosso, da una certa età in poi?! … quella della ragione …

Recensione

Ha ragione Antoine de Saint-Exupéry , nessuno di noi lo ricorda, e una volta diventati adulti raramente sappiamo osservare il mondo attraverso gli occhi dei bambini, non riusciamo a rispettare i loro tempi, abbiamo fretta di vederli crescere. Non siamo in grado di meravigliarci difronte a nulla, non siamo più capaci di sognare a occhi aperti e, la cosa peggiore è che, a volte, senza neanche rendercene conto distruggiamo anche i loro sogni con la scusante di doverli mettere davanti alla realtà … la nostra però …

Chi riesce a stupire piacevolmente è Sebastiano Plutino, un professionista, un medico pluri-specializzato e con un curriculum di tutto rispetto, che ho avuto il piacere e l’onore di conoscere durante un evento in libreria pochissimo tempo fa, il quale mi ha omaggiata dei suoi tre ultimi racconti: “Spadino il monello dello Stretto”, “Spadino alla ricerca della grotta dei venti” e “Mara la strana zanzara e i suoi amici”. Racconti per bambini da 0 a 99 anni!! Il Dott. Plutino  ci trascina tra gli abissi dello splendido Stretto di Messina e attraverso il personaggio di Spadino De Spadis, un piccolo pescespada, e dei suoi amici, fa conoscere a bambini e adulti, le meraviglie di un fondale unico al mondo.  Spadino è piccolo e come tutti i bambini, anche lui fa delle monellerie, è disubbidiente e non sa esimersi dal disattendere consigli e avvertimenti dei genitori. Si sa … più una cosa è proibita più piace e attrae, e così facendo finisce con l’imbattersi in una pericolosa avventura mettendo a rischio la propria incolumità e quella dei suoi amici. Una brutta disavventura che diventa però una grande lezione di vita …

Spadino intanto cresce e ha sempre più voglia di esplorare e conoscere la acque in cui vive e affidandosi ai racconti di nonno Spadone e del suo amico grongo, apprende la leggenda di Colapesce, scopre la storia della zona falcata, la storia di Glauco, Ulisse , Eolo e della Grotta dei Venti.  Grazie ad un linguaggio semplice e immediato, e ad una profonda padronanza della materia e del territorio, il nostro autore ci svela cose di cui a volte si ignora l’esistenza. Ci aiuta a rispolverare il nome dei venti e di alcuni abitanti dello Stretto; ci ricorda l’esistenza del Marsili, il vulcano sottomarino attivo, più esteso d’Europa. Scopriamo l’esistenza di due relitti sommersi: il Piroscafo Amerique, affondato a seguito di una collisione col Piroscafo Solferino  il 24 marzo del 1904 che si trova a 22 metri di profondità sui fondali prospicienti la zona di Torre Faro, e del Bristol Beaufighter, un aereo precipitato in mare di fronte al villaggio di Ganzirri il 29 gennaio 1943.  Flora e fauna sottomarina, storia, leggenda, tutto è racchiuso in queste avventure pensate per i bambini ma utili forse di più agli adulti.

Abbandonate le acque dello Stretto, il nostro autore ci conduce sulla cima più alta dei monti Nebrodi, tra la vegetazione e gli animali del bosco di Sollazzo Verde sul Monte Soro. Qui conosciamo Mara e i suoi amici.  Una serie di animali strani, diversi … Mara,  la zanzara che sviene alla vista del sangue, il ghiro insonne, l’aquila miope, ma non solo … 
Chi stabilisce cos’è la normalità? Si è diversi da chi o da cosa? Ognuno di noi è diverso dall’altro e ognuno è speciale nella propria “diversità”.  È questo ciò che Plutino insegna attraverso le avventure di questi simpatici abitanti del bosco che uniscono le loro debolezze facendone un punto di forza, soprattutto nel momento del bisogno.
Tre racconti che hanno la capacità di insegnare facendo sorridere e dai quali trarre ricchi spunti di riflessione. Un modo per apprendere divertendosi.

Conclusioni

A volte noi adulti tendiamo a storcere il naso davanti a un libro o ad un racconto per bambini, ritenendoci troppo cresciuti per perdere tempo dietro alle favole. Beh, vi assicuro che dopo aver letto le avventure di Spadino e di Mara, cambierete idea velocemente. E poi, diciamolo francamente, trascorrere un breve lasso di tempo in spensieratezza, può solo allietare  una di quelle giornate infinite ed estenuanti cui siamo costantemente sottoposti.
Ringrazio il Dott. Plutino di avermi metaforicamente accompagnata, facendomi da Cicerone tra le acque dello Stretto prima e la ricca vegetazione dei Nebrodi poi.  Non dovremmo smettere di leggere le favole. La favola è tra le poche, se non l’unica cosa ancora pulita in un mondo dove i pescecani sono sempre in agguato e non solo nei fondali dello Stretto …  Sarebbe auspicabile che i nostri amici marini e terrestri, splendidamente illustrati da Eleonora Mangano, potessero far conoscere l’habitat in cui vivono le loro avventure anche al di là dello Stretto di Messina e di una terra meravigliosa come la Sicilia.

Teresa Anania

Voto

5/5

Recensione di Teresa Anania

Teresa Anania

Pubblicato da Teresa Anania

Eccomi..... Sono Teresa Anania, e ho una passione sfrenata per i libri. Un amore iniziato ad otto anni e cresciuto nel tempo. Amo scrivere e riversare, nero su bianco, emozioni, sentimenti e pensieri concreti e astratti. La musica è la colonna sonora della mia vita. Ogni libro lascia traccia dentro di noi e con le recensioni, oltre a fornire informazioni "tecniche", si tenta di proiettare su chi le leggerà, le sensazioni e le emozioni suscitate. Beh..... ci provo! Spero di riuscire a farvi innamorare non solo dei libri ma della cultura in senso lato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.