Crea sito

Segnalazione libro in uscita, “Se vuoi vivere felice” di Fortunato Cerlino

Segnaliamo il romanzo di esordio di Fortunato Cerlino, “Se vuoi vivere felice”  edito da Einaudi, in uscita e disponibile dal 24 aprile 2018.

Autore: Fortunato Cerlino

Titolo: Se vuoi vivere felice

Editore: Einaudi

Collana: I Coralli

Uscita: 24.04.2018

Pagg.: 300

Prezzo: €. 18,50

EAN: 9788806237752

 

Fortunato Cerlino (Napoli, 17 giugno 1971) è un attore italiano.  Si diploma nel 1991 all’Accademia d’arte drammatica della Calabria diretta da Alvaro Piccardi e Luciano Lucignani. Già nel 1990 riceve l’attestato di triennio dell’Accademia del teatro Diana – a Napoli – diretta da Guglielmo Guidi. Negli anni ’90 sono innumerevoli i viaggi all’estero per studi e seminari di improvvisazione e impostazione vocale e del linguaggio del corpo. Nel 1995 è intrattenitore presso Harrods a Londra. Nel 2000 fa parte del progetto Cechov diretto da Anton Mileninnton  Nel 2006, presso il Centro Teatrale Santa Cristina, partecipa alla Scuola di perfezionamento diretta da Luca Ronconi. Nutrito il suo curriculum teatrale: tra i suoi tanti lavori si ricordano nel 2007 la trasposizione di Fahrenheit 451 di Ray Bradbury con la regia di Luca Ronconi e nel 2011 Se non ci sono altre domande con la regia di Paolo Virzì al Teatro Eliseo di Roma. Dal 1990 inizia anche a scrivere per il teatro e a curare la regia di numerosi spettacoli, tra cui Potevo far fuori la Merkel… e Edipo a Terzigno.  Per quanto riguarda la televisione nel 2000 partecipa a Francesca e Nunziata con la regia Lina Wertmuller. Nel 2001 è nel cast de La squadra. Nel 2007 è nel cast di Mogli a pezzi diretto da Alessandro Benvenuti. Nel 2009 prende parte a Distretto di polizia 9 con la regia di Alberto Ferrarie a R.I.S. Roma – Delitti imperfetti e l’anno successivo a Distretto di polizia 10.  Nel 2014 viene scelto per il ruolo di don Pietro Savastano nella serie Gomorra, serie evento di Sky, che lo porterà al definitivo successo. Nel 2015 è guest star nella sit-com Il candidato con Filippo Timi, trasmesso dalla Rai, e partecipa alla serie internazionale I medici per la regia di Sergio Mimica-Gezzan. Nel 2016 gira Britannia, prodotta da Sky UK, e At close range (Auf kurze Distanz), per la regia di P. Kadelbach e prodotto da Ufa Fiction.  Tanti anche i ruoli per il grande schermo: nel 1998 è nel cast di La via degli angeli di Pupi Avati e di Caro domani di Mariantonia Avati. Nel 2000 è la volta di Ribelli per caso di Vincenzo Terracciano, nel 2006 di Lascia perdere, Johnny! di Fabrizio Bentivoglio, nel 2007 partecipa a Gomorra di Matteo Garrone e nel 2008 è nel cast di Fortapasc di Marco Risi. Nel 2015 prende parte a Inferno, regia di Ron Howard. Nel 2016 è protagonista insieme a Francesca Neri del film Senza fiato, regia di Raffaele Verzillo. Nel 2017 è protagonista insieme a Vinicio Marchioni del film Socialmente pericolosi, regia di Fabio Venditti. Nello stesso anno è protagonista insieme a Michele Riondino di Falchi di Toni D’Angelo.

TRAMA: 

«Sei sicuro che in casa tua, nel cassetto di un mobile dimenticato, non nascondi una bomba inesplosa?»

Nella testa di un ragazzino cresciuto in mezzo alla strada, fra inseguimenti sul Califfone e sparatorie in pieno giorno, ogni cosa può diventare magica. Anche i dieci scudetti del Napoli vinti in solitaria palleggiando nel cortile. Anche la lotta fra san Giorgio e il drago sul muro della chiesa.

Siamo a Pianura, periferia di Napoli, negli anni Ottanta. Chi ci abita lo chiama il Far West. Fortunato ha dieci anni, una fame incontenibile – di cibo, di storie e d’amore – e un’immaginazione sfrenata. In famiglia lo chiamano ‘o strologo, quello che sa le cose. Da grande vorrebbe fare il cantante neomelodico. Ma anche l’attore. Pure l’astronauta non sarebbe male. Oppure può raccogliere da terra la Smith & Wesson 357 Magnum di Patrizio, ‘o figlio dô Bulldog, e mettersi a sparare come tanti altri. Vive in due stanze con i genitori, i tre fratelli e la nonna, arrivata all’improvviso dopo che un sasso enorme è precipitato sul tetto di casa sua – cosí dicono i grandi – minacciando di sfondarle il soffitto. Quello che pochi sanno è che Fortunato ha un sogno piú grande di lui, qualcosa che lo tiene sveglio la notte. Andare lontano, schizzare via. Perché la vita corre, e va acchiappata. Fortunato Cerlino ha scritto un romanzo unico, vivissimo, scintillante di intelligenza creativa. Ogni istante vissuto attraverso gli occhi di questo bambino un po’ magico è pura meraviglia.

 

 

Teresa Anania

Pubblicato da Teresa Anania

Eccomi..... Sono Teresa Anania, e ho una passione sfrenata per i libri. Un amore iniziato ad otto anni e cresciuto nel tempo. Amo scrivere e riversare, nero su bianco, emozioni, sentimenti e pensieri concreti e astratti. La musica è la colonna sonora della mia vita. Ogni libro lascia traccia dentro di noi e con le recensioni, oltre a fornire informazioni "tecniche", si tenta di proiettare su chi le leggerà, le sensazioni e le emozioni suscitate. Beh..... ci provo! Spero di riuscire a farvi innamorare non solo dei libri ma della cultura in senso lato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.