Crea sito

Notte Nera – Il ritorno del Commissario Lombardo di Giuseppe Petrarca

Notte Nera – il ritorno del commissario Lombardo

Giuseppe Petrarca
In ospedale, il commissario Cosimo Lombardo sta lentamente uscendo dal coma. Vigilando su di lui Carla, la sua compagna, inizia un doloroso viaggio nella sofferenza, fra pazienti in coma e malati terminali. Muovendosi fra i reparti come un’ombra nella notte sarà costretta a porsi la domanda più difficile e disumana: fino a che punto un individuo è da considerarsi una “persona”, capace, fino in fondo, di conservare una coscienza, una memoria? Finché il male arriva fin dentro una stanza d’ospedale, e una serie di omicidi incomprensibili metterà a repentaglio anche la loro esistenza.

Introduzione

Un medical noir, che tocca argomenti a sfondo sociale di una certa importanza : il diritto ad un fine vita dignitoso e la violenza con ricatto sulle donne.
Entrambi gli argomenti sono spinosissimi e Giuseppe Petrarca li affronta con sapienza.

Recensione

La cronaca ci racconta continuamente di donne che hanno perso il controllo della propria vita solo per essersi fidate di un uomo violento e sbagliato, ben nascosto nella sua aurea di perbenismo, uomini forti socialmente che ti schiacciano giorno dopo giorno. L’autore affronta l’argomento con la storia di Veronica
giovane infermiera dolce ed empatica con i pazienti, costretta in una relazione con un medico apparentemente perbene e rispettato.
Il diritto a decidere di non vegetare legati ad una macchina e completamente dipendente dagli altri è l’altro importante tema affrontato in questa storia.
Il commissario Lombardo, protagonista anche di precedenti libri dell’autore, questa volta si trova in ospedale attaccato ad una macchina, con accanto Carla , la sua compagna di sempre. Ma in ospedale, tra gli insospettabili vi è un serial killer che uccide i malati del reparto per odio verso il primario. Lombardo fortunatamente si riprende e cerca di risolvere il caso spinoso, ma essere un commissario di polizia non esclude l’umanità, la fragilità, le crisi di coscienza, il dover compiere delle scelte che possono mettere in discussione la tua integrità professionale. Ma è sbagliato salvare la vita di una persona che ha subito solo violenze e soprusi? E’ sbagliato dare un’ultima possibilità di salvarsi?
Sono molteplici gli interrogativi che scuotono la coscienza del commissario , entrare in crisi è la naturale conseguenza. Un amore che sembrava assopito dalla routine che prende forza e forse un amore iniziato inconsapevolmente…
Un noir che pagina dopo pagina semina indizi, portando il lettore pagina dopo pagina fino al finale a sorpresa.
Stilisticamente l’autore segue la scia di giallisti che si muovono nel genere poliziesco, ma con il suo personale stile che lo distingue; creare personaggi che in qualche modo ricordano la cronaca recente , quindi assolutamente credibili.

Conclusioni

Ne consiglio sicuramente la lettura agli appassionati di noir polizieschi , ma anche a chi in un noir cerca un segno di distinzione.
Io non sono una grande estimatrice del genere, e mi sono appassionata alla lettura.

Recensione di Elisa Santucci

Elisa Santucci

Pubblicato da Elisa Santucci

Sono Elisa Santucci , amministratrice e fondatrice dall'8 luglio 2016, questo blog è casa mia ed adesso anche casa vostra, cari lettori. Tutti abbiamo dei sogni nel cassetto e poiché i sogni son desideri ilo mio si è avverato grazie alla stima ed alla fiducia che voi tutti avete riposto in me. Insieme siamo riusciti a condividere le stesse passioni, emozionandoci giorno dopo giorno. Grazie alla bellezza della Poesia, della Mitologia, della Letteratura, dell’Arte e della Cultura in generale. Il nostro blog è una piccola finestra che si affaccia al mondo letterario ed all’amore per i libri che ancora oggi riesce ad ” unire ” persone di tutto il mondo. Fino a quando leggeremo saremo tutti più vicini, più uniti, più simili gli uni agli altri. Ricordate la lettura è libertà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.