Crea sito

La Nuova Inquisizione di Carlo Legaluppi

La nuova inquisizione di Carlo Legaluppi

La Nuova Inquisizione di Carlo Legaluppi, edito Alter Ego edizioni

Bisogna essere coraggiosi nella vita, anche quando si decide di inventare …

La Nuova Inquisizione , redde rationem, chiude la trilogia dello scrittore Carlo Legaluppi; un libro, quello dell’autore, che definirei “ sconvolgente”, per lo spessore dei contenuti.

Ovviamente Legaluppi si cimenta in una storia di pura fantasia, tra fatti e personaggi abilmente incrociati, per raggiungere uno scopo ben definito: lasciare il lettore letteralmente basito!

Come nei precedenti libri, la Ottava Croce Celtica e la Morte Viene dal Passato, lo scrittore prende spunto per il suo nuovo thriller da avvenimenti realmente accaduti. Ovviamente come ho già precedentemente sottolineato, la trama che in seguito si svilupperà, non conterrà fatti che possano essere ricondotti, in alcun modo, a persone e situazioni vere e specifiche.

Per farvi comprendere il tipo di argomenti che andremo ad analizzare insieme, vi anticipo subito che Carlo Legaluppi ci ricorda l’indiscriminato uso di gas nervino contro civili inermi, i terribili episodi di pedofilia che hanno visto coinvolte molte figure religiose, gli sconvolgenti omicidi commessi con il Polonio 210,  fino ad arrivare all’incontrollabile fanatismo politico e religioso che ha condotto allo spargimento di una quantità indecifrabile di sangue.

La prima cosa che mi è venuta in mente leggendo questo thriller è la seguente:” ma che mondo stiamo lasciando ai nostri adorati figli?” Sinceramente mi viene molto difficile rispondere a questo quesito! Ebbene forse è giunto il momento di pensare davvero al nostro futuro e al futuro dell’umanità, perché nonostante la “ fantasia” sia la protagonista di questo scritto, questa è una fantasia che apre a 360 gradi la mente dell’uomo, una prospettiva che sembra così diversa dal nostro quotidiano, ma che in fondo  non si scosta di molto dalla pura realtà!

Entrando nel merito del libro, La Nuova Inquisizione, non poteva mancare il nostro protagonista, l’ex capitano del SAS, Sir Alexander Martini, che  dopo aver rivelato importanti verità, pezzi riguardanti il suo misterioso passato, all’amore della sua vita, Melissa, rischia ancora una volta di perderla e di non poter recuperare più il loro rapporto. In effetti Melissa, senza una motivata giustificazione, viene condotta e trascinata lontano, ma da chi e perché? Contemporaneamente due bambini in fuga da un orfanotrofio perdono misteriosamente la vita, ma per quale motivo?

All’inizio tutto sembra disconnesso e confuso, ma è proprio in questo stato di evidente confusione, che si materializza la bravura dello scrittore Carlo Legaluppi; gettare sul tavolo svariate carte dello stesso mazzo, per poi ordinarle in una direzione tale che riesca a far convergere ogni figura apparentemente disallineata.

 Se devo essere sincera ho trovato La Nuova Inquisizione un libro molto forte, perché suscita una tale rabbia da voler addirittura scacciare quel pensiero che inizia a prendere forma tra i meandri del lettore: l’uomo non si ferma davanti a nulla! L’uomo è disumano!

 “Se qualcuno di loro dovesse risultare troppo grave per essere medicato qui, eliminatelo senza esitazioni! Oltre a sottoporla a bestiali violenze sessuali, i suoi seviziatori si sono divertiti a torturarla selvaggiamente”.

Molte scene vengono descritte minuziosamente dall’autore:  scene di delitti, scene di violenze, scene di soprusi … scene  che ci sembrano da film, da fantascienza … ma se ci riflettiamo bene, ogni giorno nei vari social e in televisione, cosa ci viene presentato? Qual è il resoconto giornaliero che l’uomo  puntualmente espone alla società?

Trascinano il cadavere e lo gettano senza troppi complimenti nella vasca. Lentamente il corpo affonda. Poi un improvviso vortice spumoso agita l’acqua che s’intorbidisce e comincia a ribollire con l’intensità di un piccolo vulcano in eruzione, assumendo progressivamente una tonalità rossastra”.

Devo dire che Carlo Legaluppi ha scritto un libro di spessore, non il solito thriller, non la solita storia con carnefici e vittime, ma lui ha scritto qualcosa di più:  un violento attacco di disumanizzazione! Solo leggendo le sue pagine scoprirete se questo pericolo in agguato riuscirà a consolidarsi o a disperdersi nell’aria.

“ Le milizie islamiche saranno così ritenute inequivocabilmente colpevoli di aver usato gas nervino contro militari e la popolazione civile d’Israele”.

Questo  però è anche il libro della solidarietà, dell’amicizia e dell’amore. Uomini che rimangono uniti nonostante le mille difficoltà, uomini che preferiscono aiutare un amico rischiando anche il proprio posto di lavoro, uomini che non si fermano davanti a nulla pur di fare giustizia. E’ la resa dei conti! Ognuno deve fare le scelte che ritiene più opportune, deve prendere la decisione definitiva, deve avere coraggio!

“Quanto tempo passerà prima che qualche altro pazzoide decida, per motivi economici,religiosi, di dominio, o di qualsiasi altro genere, di scatenare una nuova apocalisse?”

Per fortuna i protagonisti di questo meraviglioso thriller di coraggio ne hanno parecchio!

“ Poi, con il tempo, le piaghe interiori si rimargineranno, lo sa. Le nubi verranno spazzate , e lui ritroverà il coraggio …”

Ho gradito molto il finale, soprattutto, quella nota di romanticismo che affettuosamente saluta il lettore con un delicato suono che, come una melodiosa eco, sembra tornare indietro per amplificare una sola parola: Speranza!

Complimenti all’autore Carlo Legaluppi e alla sua trilogia che ho particolarmente apprezzato!

Titolo : La Nuova Inquisizione

Sottotitolo : Redde Radiotem

Autore : Carlo Legaluppi

Editore : Alter Ego Edizioni

Collana : Spettri

Prezzo : € 14

Carlo Legaluppi

Carlo Legaluppi è nato nel 1957 a Manciano, in provincia di Grosseto. Giovanissimo, si è trasferito nel capoluogo, dove risiede tuttora con la moglie e le due figlie. Ex Dirigente Centrale di un primario gruppo bancario, è attualmente vicepresidente dell’Associazione “Letteratura e Dintorni” di Grosseto che ha dato vita al Premio Letterario Nazionale “Città di Grosseto – Amori sui generis”, nonché vicecoordinatore del Comitato promotore del Premio Letterario “Toscana”.
La Nuova Inquisizione – Redde Rationem è il terzo libro dedicato alle avventure dell’ex capitano del sas Sir Alexander (Alex) Martini-Miller, seguito ideale de La ottava croce celtica – Nulla è come sembra (Alter Ego, 2016) e La morte viene dal passato – Nubi scarlatte (Alter Ego, 2017). I primi due libri hanno ricevuto vari premi e riconoscimenti in concorsi letterari nazionali e internazionali.

La descrizione del libro

Los Angeles, aprile 2017.
Il detective Dylan Stevenson deve indagare su un incidente stradale nel quale hanno perso la vita due bambini, apparentemente in fuga dall’istituto per orfani St. Gabriel.
Nel frattempo, a Milano, l’ex capitano del sas, Sir Alexander (Alex) Martini-Miller, viene coinvolto, suo malgrado, nelle indagini sulla misteriosa sparizione di Melissa, sua ex fiamma. In una corsa contro il tempo e contro nemici che sembrano provenire da ogni parte, Alex scopre che, dietro la sparizione dell’amica, potrebbero nascondersi le tessere di un agghiacciante mosaico, rispetto al quale il rapimento di Melissa rappresenta la punta dell’iceberg. Assieme agli intrepidi amici Carlo Lamberti e Cyrus Fox, l’ex capitano del sas si trova invischiato in una battaglia contro una misteriosa organizzazione, il cui piano delirante potrebbe addirittura sconvolgere gli equilibri internazionali.
È la resa dei conti, per Alex.
In un rocambolesco susseguirsi di scontri, dovrà mettere a repentaglio la propria vita e quella dei propri amici, non solo per salvare la pelle e per scoprire il progetto che si nasconde dietro le macchinazioni dell’organizzazione, ma anche e soprattutto per ritrovare se stesso, e fare i conti con il proprio passato.

Alessandra Di Girolamo

Pubblicato da Alessandra Di Girolamo

Mi chiamo Alessandra, ma per tutti sono la “donna del meraviglioso sorriso”. In effetti amo sorridere, amo me stessa ,amo la vita e amo il mondo. Adoro leggere e volare insieme alle mie emozioni verso spazi infiniti. Mi piace scrivere e dare forma ai mie sogni sublimando i miei pensieri in versi che vorrebbero e potrebbero prendere per mano l’anima del lettore e accompagnarlo al di là di quel confine che spesso non si vuole oltrepassare. Anche nel dolore e nella tristezza voglio trovare quella sfumatura che illumina l’anima e riscalda il cuore. “Un’infinità di volte” dire dell’amore con parole sempre nuove è il mio primo libro di poesie, libro che dedico ai miei adorati figli, luce della mia vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

UA-66560550-3