Crea sito

La linea del destino , Daniela Tresconi

La linea del destino, Daniela Tresconi

La linea del destino, Daniela Tresconi

Titolo: La linea del Destino

Autore: Daniela Tresconi

Editore : Panesi

Prezzo : € 10

la linea del destino, Daniela Tresconi

Daniela Tresconi nasce a La Spezia 51 anni fa. Vive e lavora ad Arcola, una cittadina della Vallata del Magra.

E’ dipendente di un ente pubblico e iscritta all’Ordine dei Giornalisti. Collabora dal 1999 con il Secolo XIX per la redazione spezzina. Fa parte dell’associazione culturale toscana “Nati per scrivere”, con la quale collabora ad iniziative per la promozione e divulgazione della cultura. Il suo racconto Lo spartito del diavolo, ambientato nel borgo di Trebiano, è stato pubblicato recentemente nell’antologia Juxebox, sempre dell’associazione.

Il suo racconto “Il piccolo faro” è entrato a far parte dell’antologia Sognando – edita da Panesi – realizzata per una raccolta fondi in favore delle popolazioni terremotate del Lazio.

 

Tre donne  Amelia, Vanda e Valentina. Tre donne legate da un filo invisibile, che le lega in maniera misteriosa ed inspiegabile.

Amelia una ragazza di soli 17 anni assassinata e fatta sparire nel 1300, Vanda una donna di 80 anni da tutti considerata quantomeno stramba e Valentina una ragazza dei nostri tempi. Lo sfondo è il borgo medievale ligure Arcola con il suo castello e la torre pentagonale che sembra riportare indietro nel tempo.

Valentina  si trasferisce da Milano ad Arcola per lavorare in tranquillità, dovendo consegnare un lavoro importante, ma già quando comincia a cercare casa iniziano le cose inspiegabili, la casa ristrutturata e moderna, accanto al castello sembra respingerla, mentre si sente a casa propria in una piccola casetta composta di un unico locale proprio a ridosso delle tre fontane , una zona del paese dove un tempo la povera gente andava a fare lavoro da lavandaia per i signorotti locali. Ma subito cominci ala parte misteriosa della storia perché Amelia si manifesta a Valentina attraverso un profumo fortissimo di stramonio, e delle voci, la ragazza è spaventata  ed incredula, finché non incontra Vanda un’anziana donna che in passato ha avuto la stessa sua esperienza. Le due donne si uniscono per aiutare Amelia ad avere pace.

“ Era mezzogiorno, Valentina si era seduta sulla panchina di fronte al portale di accesso al Palazzo Comunale. Voleva imprimere nella sua mente quella piazza e quel posto, e forse in cuor suo chiedere scusa a quella giovane creatura che aveva chiesto il suo aiuto e per la quale non era riuscita a fare nulla.

Ancora una Volta rammentava la visione della Sala Consiliare all’ultimo piano, di quanto dolore le aveva trasmesso quella ragazzina raggomitolata in terra e quanta rabbia stava provando per non essere riuscita ad arrivare alla verità. Si strinse nel cappotto e alzando lo sguardo seguì il volo di un corvo nero che gracchiando si diresse verso la finestra sopra il portone. I suoi occhi rimasero fissi sull’uccello che beccava tenacemente quelle due bandiere che sventolavano attaccate all’asta di metallo. Quanto è bello questo Castello pensò Valentina. Fa mancare il respiro, ma quanti segreti sta nascondendo nelle sue stanze!

E mentre la sua mente formulava questi pensieri, il nero volatile richiamò la sua attenzione, costringendola a spostare lo sguardo ancora più su, verso la cima della grigia e imponente mole della Torre, e da lì, velocemente verso la cima del Castello, il corvo volava dalla Torre ai merli del Castello e poi di nuovo sulle bandiere. Torre, Castello, Castello, Torre. Cosa non tornava in quello che vedeva? Le letture della storia di Arcola l’avevano aiutata nella conoscenza dei vari periodi storici e dei trascorsi  di quel maniero eppure qualcosa stonava.”

Una storia gradevole , ma nel contempo  con un messaggio forte di forza. La forza delle donne.

La scrittura è accattivante e piacevole, in capitoli brevi. Si legge velocemente. Un piacevole relax.

Una bellissima prova per Daniela al suo romanzo di esordio.

Un mistery in cui la storia vera si intreccia con l’intreccio narrativo, infatti Amelia è vissuta sotto il dominio ghibellino nella persona di Andreolo di Castiglione , quando la povera gente doveva subire continui soprusi da parte dei signorotti locali , figurarsi  una ragazzina di 17 anni che viveva sola senza protezione.

Il femminicidio e l’ingiustizia , una storia antica come il mondo, le accuse di stregoneria ai tempi del medioevo cosa altro erano se non femminicidi autorizzati dal potere maschile?

L’autrice ripercorre la storia di Arcola, il borgo  medievale dove attualmente vive e lavora, tessendo una trama tutta al femminile con un forte messaggio di forza e di speranza.

La Forza della rinascita dei suoi abitanti  dopo la terribile alluvione che nel 2010 colpì il paese, infatti il libro è corredato anche di foto del terribile momento della storia di questo bellissimo borgo.

La trama

Arcola è un tipico borgo arroccato che si affaccia sulla Vallata del Magra. Il suo Castello e la sua Torre Pentagonale da millenni osservano silenziosi le vicende delle genti che lo abitano. Valentina arriva in paese alla ricerca della tranquillità, ma ben presto tutte le sue scientifiche certezze verranno scosse da inquietanti e quanto mai misteriose sensazioni. Tre donne, tre epoche e tre mondi completamente diversi, eppure legati da un unico indissolubile destino e dal mistero di un atroce delitto. Quanto tempo per scoprire che non si può sfuggire a se stessi e che la fine spesso è solo un altro inizio?

Intervista a Daniela Tresconi Qui

 

Elisa Santucci

Pubblicato da Elisa Santucci

Sono Elisa Santucci , amministratrice e fondatrice dall'8 luglio 2016, questo blog è casa mia ed adesso anche casa vostra, cari lettori. Tutti abbiamo dei sogni nel cassetto e poiché i sogni son desideri ilo mio si è avverato grazie alla stima ed alla fiducia che voi tutti avete riposto in me. Insieme siamo riusciti a condividere le stesse passioni, emozionandoci giorno dopo giorno. Grazie alla bellezza della Poesia, della Mitologia, della Letteratura, dell’Arte e della Cultura in generale. Il nostro blog è una piccola finestra che si affaccia al mondo letterario ed all’amore per i libri che ancora oggi riesce ad ” unire ” persone di tutto il mondo. Fino a quando leggeremo saremo tutti più vicini, più uniti, più simili gli uni agli altri. Ricordate la lettura è libertà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

UA-66560550-3