Crea sito

Io e il signor Oz e altri racconti di Stefano Orlando Puracchio.

Io e il signor Oz ed altri racconti

Stefano Orlando Puracchio
Venti racconti la cui porta d’ingresso è simboleggiata dall’opera di copertina realizzata da Egidio Panaioli, tra fantasy e rivelazioni. E la musica? Mai accantonata: “La musica ispira sempre la mia scrittura. Ma questo libro non parla di musica. È narrativa: una serie di racconti. Separati dalle mie precedenti produzioni. La musica, comunque, è sempre una “driving force” che mi accompagna. Durante la stesura del libro ho ascoltato rock progressivo ma non solo. Molta Motown, Bach, Steely Dan, ma anche Pop degli anni Ottanta”
Stefano Orlando Puracchio è nato a Roma il 2 luglio 1980. Ha vissuto la prima parte della vita tra Roma e l’Abruzzo mentre adesso vive tra l’Abruzzo e l’Ungheria. Giornalista professionista, autore radiofonico e conduttore, è un freelance e si occupa esclusivamente di scrittura. Dal 2014 al 2018 ha pubblicato quattro volumi dedicati al rock progressivo, nei quali ha intervistato i principali esponenti internazionali del genere.

Introduzione

Il libro contiene una serie di racconti narrati da Joe ad un gruppo di viandanti seduti intorno ad un bivacco a poca distanza da St. Albert’s Creek, piccola cittadina del vecchio West.
Joe narra tutte le incredibili avventure capitate a lui e agli altri abitanti del villaggio

Recensione

L’Io del titolo è Joe Sneaky Brown, simpatico scavezzacollo e piccolo truffatore che entra e esce dalla prigione dello sceriffo Santana. Per non cadere nelle grinfie del ricco possidente Baxter che lo cerca per una truffetta a suo danno, Joe fugge ed incontra Oz che era stato il potente mago della città di Smeraldo. Da qui si snodano tutte le avventure di Joe: il suo viaggio in mongolfiera verso la città di Smeraldo, l’incontro con lo spaventapasseri Jana e con le streghe dei regni, la ricostruzione dei portali magici e dalla potenza incontrollabile, l’arrivo di Baxter.
Il racconto è un ideale seguito del libro dello scrittore Lyman Frank Baum “Il meraviglioso mago di Oz” da cui fu poi tratto il bellissimo film con Judy Garland protagonista nei panni di Dorothy. Chi non si interisce nel ricordare la deliziosa bambina che canta “Over the Rainbow”, canzone che contiene un importante messaggio di speranza e che è rimasta indelebile nel cuore di tutti ?
Le avventure allora vissute da una bambina, nel libro di Puracchio sono vissute da un quarantenne simpatico e un po’ sbruffone che poi, ritornato fortunosamente nel suo paese diventerà il nuovo sceriffo di St. Albert’s Creek, rivelando doti di umanità e saggezza diplomatica e sarà protagonista di altre storie altrettanto stupefacenti e divertenti.

Conclusioni

Gradevole libro adatto a coloro che in fondo in fondo rimangono sempre un po’ bambini e che ascoltano volentieri storie fantastiche di streghe, vampiri e spaventapasseri che diventano umani. Per grandi e piccoli capaci di rimanere a bocca aperta e occhi spalancati a sentire le divertenti e incredibili narrazioni del protagonista.

Recensione di Anna Gelardi

Anna Gelardi

Pubblicato da Anna Gelardi

Avvocato per tradizione familiare, lettrice per passione. Tirata per i capelli in questa avventura del blog dalla mia amica Rita, ci sto prendendo gusto. D’altronde è quello che ho sempre fatto fin da piccola: leggere, leggere, leggere. Spero di essere all’altezza delle aspettative e di riuscire a stimolare alla lettura tutti coloro che vorranno seguirmi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.