Crea sito

Intervista ad Elena Ungini

Intervista ad Elena Ungini

Intervista ad Elena Ungini

Incontro con l’autore, Intervista ad Elena Ungini

Ciao Elena benvenuta! il tuo romanzo ” Ombra di luna” fa parte di una saga che hai sviluppato come nasce?

Il romanzo Ombra di luna nasce da un’idea ben diversa, in verità. Guardando “Supernatural” mi era venuta l’idea di una storia in cui una cacciatrice (non a caso la protagonista si chiama Diana), dava la caccia a un gruppo di licantropi, aiutata dal fratello, ma poi si innamorava di uno di loro. poi, invece, la storia ha preso tutta un’altra piega… insomma, diciamo che i protagonisti hanno fatto un po’ quello che volevano, costringendomi a scrivere tutt’altro.

 Insomma hanno deciso loro…

Esatto! Questi protagonisti intraprendenti!

Un romance paranormal come sei arrivata a questo genere?

Questo genere mi è sempre piaciuto, ho letto molto fantasy e paranormal e guardato molte serie di telefilm. Poi mi è venuta l’idea di scrivere un romanzo breve di questo tipo: “Oltre ogni confine”, e ho provato a scriverlo. E’ stato emozionante. Così, poi non mi sono più fermata.

I protagonisti Diana una diciannovenne qualunque e Michael un ragazzo con una particolarità parlaci di loro.

Diana è una ragazza molto forte. Ha già subito una terribile perdita: la mamma è venuta a mancare un paio di anni prima. All’inizio del romanzo, anche il padre e il fratello hanno un bruttissimo incidente e finiscono entrambi in ospedale, in condizioni terribili. Diana si ritrova sola. Il suo ex, che l’ha lasciata senza tanti preamboli qualche mese prima, la porta a casa sua per proteggerla. ma lei non vuole la sua protezione: è determinata, curiosa, decisamente una tipa “tosta”. Michael, invece, è piuttosto riservato, un tipo tenebroso, un po’ timido, e… ovviamente… non è del tutto umano..

 Come dicevo ha una piccola particolarità…

Infatti… è un licantropo.

ma non di quelli cattivi…

Tu racconti l’amore anche su sfondo paranormale, quanto conta per te l’amore nella vita?

Tantissimo. Mi sono fidanzata a quattordici anni, con Massimo, l’amore della mia vita che ho sposato e con il quale ho avuto tre figli maschi.Ora siamo sposati da quasi 26 anni. Non potrei immaginare la vita senza l’amore. Non potrei immaginare la mia vita senza di lui.

E tutto questo si riflette sui tuoi libri, leggevo l’entusiasmo delle tue lettrici nelle recensioni su amazon.

Quanto di te rimane nei tuoi libri?

Sì, credo di sì. Credo che alla fine buona parte di me finisca nei miei libri: esperienze, luoghi dove sono stata, preferenze, gusti di libri (in “Ombra di Luna”, per esempio, si nomina uno dei miei libri preferiti, che Michael legge).

Scrivere un libro è un viaggio nella propria interiorità, come è stato il tuo viaggio?

Direi che ogni libro è un viaggio diverso. Innanzi tutto, i luoghi in cui si ambientano i libri sono di per sé dei “viaggi”. Per esempio, la serie dei lupi della valle (Ombra di Luna e Immortale) è ambientata in Val Camonica, dove io vado tutti gli anni in vacanza. Altri libri sono ambientati in altri luoghi a me cari, o semplicemente in luoghi creati dalla mia fantasia. In fondo, anche la fantasia è un “luogo”, in cui da piccola mi nascondevo per vivere sogni meravigliosi, per staccarmi dalla realtà. Ora mi ci tuffo per vivere avventure fantastiche. Il mio io interiore riaffiora in ogni protagonista femminile, anche se “a pezzi”, nel senso che c’è una parte di me in ogni protagonista. Diana ha sicuramente la mia intraprendenza e il mio amore per la famiglia. Livienne, protagonista del mio ultimo romanzo, ha forse la parte più nascosta di me, quella che non conosce nessuno. Chiara, protagonista di “Profumo di zucchero e vaniglia”, ha la mia dolcezza e anche una parte delle mie paure.

Si scrive un romanzo, si pubblica arrivano lettori opinioni recensioni nel tuo caso che ne hai scritti diversi a maggior ragione è cambiato qualcosa nella tua vita?

Beh, direi che l’unica cosa che è cambiata è stata che non scrivo più solo per divertirmi e per me stessa, ma ora lo faccio anche per il piacere di pubblicare e di essere letta. Ricevere recensioni e opinioni dai lettori è una delle cose più piacevoli e che dà maggiori soddisfazioni.

Ci sono letture che hanno influenzato la tua scrittura, il tuo stile per esempio o il tuo genere?

Sì, certo. Indubbiamente uno dei miei scrittori di fantasy preferito è Terry Brooks, al quale mi sono ispirata moltissimo. Indubbiamente, anche la Rowling ha avuto la sua parte di influenza su di me, anche se non riuscirò mai a essere brava come loro. Uno scrittore fantasy che invece non ho amato molto, è Tolkien. Mi è piaciuto lo Hobbit, ma non il Signore degli anelli, anche se devo dire che persino lui è riuscito in parte a influenzare i miei scritti. in fondo, ho deciso di scrivere il mio primo fantasy (mai pubblicato), proprio dopo aver letto “Lo Hobbit”.

So che oltre a scrivere ti occupi anche di altro vuoi parlarcene?

Volentieri. Mi piace molto cucinare, per questo ho un canale youtube dove ho raggruppato le mie due grandi passioni: libri e cucina. In questo canale presento ricette e metto booktrailer. Presto presenterò anche i miei libri. Inoltre, ho una pagina di cucina qui su Fb, che si chiama “Libri, cucina e fantasia”. Presto pubblicherò anche un libro con le mie ricette.

Insomma Elena sei un vulcano.

Quasi… speriamo di non eruttare! Ah ah!

Poi mi dai la pagina che io amo cucinare e copiare le ricette dei blogger .

Certo! Ti basta digitare “Libri cucina e fantasia”.

www.facebook.com/libricucinaefantasia/

Il tuo sogno nel cassetto e prossimo progetto.

Il mio sogno nel cassetto è quello di finire le sue trilogie che ho iniziato ben 27 e 17 anni fa. Mi manca pochissimo, ma c’è sempre dell’altro da fare… questi sono anche due miei prossimi progetti (in realtà, una delle due trilogie è quella di progetto AIRESS, del quale ho già pubblicato il primo volume) e poi sto scrivendo un fantasy-romance storico e contemporaneo insieme. Un capitolo nel passato, uno nel presente. Altro sogno nel cassetto, tradurre in inglese Ombra di Luna, ma, dati i costi di traduzione, per ora non se ne parla.

Bene hai da realizzare tanti sogni e si sa i sogni rendono vivi in bocca al lupo ti auguro di realizzarli tutti.

Dove possiamo acquistare i tuoi libri?

I miei libri li trovate tutti solo su Amazon, in quanto quelli pubblicati in self li ho messi solo lì, per ora.

Posto anche la mia pagina autrice e il canale youtube, se posso.

Questo è il tuo spazio.

i www.facebook.com/ElenaUngini2/

www.youtube.com/channel/UC8-sDPm4Rdm3g1NBnSwsLxw

Vuoi aggiungere altro ?

Vorrei salutare tutti e lasciarvi con una dedica del mio romanzo per bambini “Nel magnifico bosco di Mia”: A tutti i bambini, perché non smettano mai di sognare
e di credere nelle fate.
A tutti gli adulti, perché non smettano mai di sognare
e di credere nell’amore.

Credete sempre nell’amore… e nelle fate.

Grazie Elena del tempo che mi hai dedicato , grazie della bella dedica e ti auguro tanta fortuna. spero che tu rimanga connessa con le attività del nostro gruppo.

Ma certo! Non ho molto tempo, purtroppo, non quanto ne vorrei, ma mi piacciono i gruppi come questo, che “interagiscono” con i membri, proponendo giochi o facendo domande. Vi faccio davvero i miei complimenti.

A presto Elena.

 

Il libro

Diana, diciannovenne di Milano, si trasferisce con madre, padre e fratello maggiore, a Incudine, paesino bresciano di montagna, dove avvengono strani omicidi, che sembrano essere commessi da un lupo. Dopo la morte improvvisa della madre e un misterioso incidente al padre e al fratello che causa la morte del padre e costringe il fratello a un lungo ricovero in ospedale, Diana si trova sola, ostacolata dall’ex fidanzato troppo premuroso e spesso bugiardo, a dover cercare risposte a molti quesiti irrisolti. Perché non le viene permesso di incontrare i suoi familiari? Che fine ha fatto la macchina di suo fratello? Per quale motivo gli omicidi avvengono solo con la Luna piena? Chi se ne va in giro nei boschi a uccidere la gente a morsi? Tra incidenti di vario tipo, indagini spesso pericolose, bugie, rapimenti e colpi di scena, Diana scopre l’incredibile verità: nei boschi intorno a Incudine si aggirano pericolosi licantropi. Non è ancora riuscita a capacitarsi di questa scioccante rivelazione, quando viene rapita da un ragazzo, Michael, che la trascina in una baita isolata, dove rimangono bloccati per una bufera di neve. E qui, Diana scopre che il suo rapitore sa essere anche molto dolce e affascinante… “Ma che cosa mi stai facendo? Ho come l’impressione di essere sotto un incantesimo! Non mi è mai successo niente del genere prima d’ora! Non ho mai provato niente di simile per nessuno, Diana”, confidò, guardandola spaventato. “Questa è la più strana dichiarazione d’amore che io abbia mai sentito, ma anche la più bella, Mike”, disse, carezzandogli una guancia. “Stringimi forte. Starò subito meglio”, sussurrò lei. Michael non se lo fece ripetere. Poco dopo le sue labbra erano su quelle di Diana, sorprendendola in un bacio fugace. Diana lo costrinse ad avvicinarsi, e la sua bocca lo cercò di nuovo, questa volta sul serio. Le loro lingue si cercarono, ardenti, appassionate, infiammate dal desiderio. Michael fu costretto a dare fondo a ogni briciola del proprio autocontrollo, ma riuscì a baciarla senza rischiare di graffiarla. Lei infilò la mano sotto la sua maglietta, accarezzandogli un fianco, sfiorandogli il petto muscoloso, mentre non smetteva di baciarlo. Sentì il corpo possente di lui premere contro il suo. Sentì la sua virilità pigiare contro il bacino, e lo desiderò con tutte le sue forze. Lui trattenne il fiato. Pochi istanti d’infinito, mentre la mano di Diana scivolava lenta sulla morbida superficie della sua pelle, e lo sentì irrigidirsi, poi percepì le punte acuminate delle unghie premerle contro la schiena, ma questa volta non vi penetrarono. “Ma voi come fate a… insomma, lo fate da umani, o da lupi?”, lo sorprese Diana, arrossendo leggermente, mentre gli faceva quella domanda. “Immagino che si possa in tutti e due i modi, anche se non ho mai provato”, ammise. “Non hai proprio mai avuto una ragazza?”, chiese lei, curiosa. “Quando un lupo sceglie una compagna, è per tutta la vita”.

 

 

Elisa Santucci

Pubblicato da Elisa Santucci

Sono Elisa Santucci , amministratrice e fondatrice dall'8 luglio 2016, questo blog è casa mia ed adesso anche casa vostra, cari lettori. Tutti abbiamo dei sogni nel cassetto e poiché i sogni son desideri ilo mio si è avverato grazie alla stima ed alla fiducia che voi tutti avete riposto in me. Insieme siamo riusciti a condividere le stesse passioni, emozionandoci giorno dopo giorno. Grazie alla bellezza della Poesia, della Mitologia, della Letteratura, dell’Arte e della Cultura in generale. Il nostro blog è una piccola finestra che si affaccia al mondo letterario ed all’amore per i libri che ancora oggi riesce ad ” unire ” persone di tutto il mondo. Fino a quando leggeremo saremo tutti più vicini, più uniti, più simili gli uni agli altri. Ricordate la lettura è libertà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

UA-66560550-3