Crea sito

“Il popolo dei single e il loro Santo Protettore, San Faustino, antagonista di San Valentino … “

San Faustino… Santo Protettore per scelta o per puro caso?

Da alcuni anni anche chi si trova a essere serenamente single, per scelta propria o altrui, ha il suo Santo sul calendario. Siamo ormai abituati ad avere una ricorrenza per ogni cosa, quindi perché non assegnarne anche una a coloro che il giorno di San Valentino non hanno, teoricamente, nulla da festeggiare?  Ma fatta la legge, trovato l’inganno …  Ci si dimentica che San Valentino è il Santo Protettore dell’Amore, non delle coppie … e qui potremmo discuterne lungamente … ma questa è un’altra storia …  Torniamo ai single a al diritto di avere, come tutti, il proprio Santo in Paradiso che magari, perché no!?! si impegni a spendere una buona parola per chi sogna l’anima gemella.

La motivazione per cui sia stato scelto proprio San Faustino, quale Santo Protettore dei single, è però avvolto da un alone di misteriosa discordanza.  Ma procediamo per ordine …

Ironia della sorte, San Faustino, benché Santo Protettore dei single, sul calendario viaggia in coppia con Giovita, suo fratello, entrambi martiri decapitati il 15 febbraio di un anno compreso tra il 120 e il 134 d.c.   I due fratelli, pagani di nobili origini bresciane, divennero Cavalieri e attratti dal Cristianesimo ne abbracciarono i dettami e chiesero di essere battezzati dal vescovo Apollonio che li nominò rispettivamente presbitero e diacono, ed è esattamente in queste vesti che vengono raffigurati dall’iconografia religiosa. Ma siamo nei tempi in cui il cristianesimo era oggetto di persecuzione e, tanto Faustino quanto Giovita non ne furono esenti.  Nonostante i vari supplizi cui furono sottoposti, non ripudiarono mai la loro fede rendendosi, al contrario, artefici di numerosi episodi di natura divina.  Più volte le belve feroci cui si tentava di darli in pasto, si accovacciavano e ammansivano ai loro piedi; le fiamme del rogo appiccato per essere bruciati vivi, non lambivano neanche lontanamente le loro carni; durante la navigazione verso Napoli, dove vennero torturati, placarono una violenta tempesta … Davanti a tutto ciò, l’Imperatore Traiano, sentenziò che l’unica soluzione fosse la decapitazione che avvenne, appunto, a Brescia, il 15 febbraio, dove ne divennero successivamente i Santi Patroni della Città.

Dalla loro storia, nulla fa pensare al perché Faustino sia stato eletto protettore dei single.  C’è chi attribuisce la scelta a un casuale sincronismo dualistico … In nomen omen  dicevano i latini …  Faustino è il vezzeggiativo di Fausto derivante dall’aggettivo latino Faustus, che significa “Fortunato, Propizio, Favorevole”, il cui verbo favere significa appunto “prosperare, favorire”.   In tal senso potrebbe avere fondamento la leggenda bresciana che lo vuole come portafortuna nella ricerca dell’amore e come simbolo assoluto di forza dell’amore. L’amore di Faustino per Dio, fu talmente grande da donargli la capacità di ammansire le belve feroci; la forza dell’amore quindi che non si ferma mai davanti a nulla, metafora di speranza e di non arresa nella ricerca della propria anima gemella.  C’è poi la successione cronologica, ovvero, Faustino sarebbe stato scelto unicamente perché sul calendario giunge immediatamente dopo il Santo dell’Amore. E allora perché Faustino e non suo fratello Giovita? Semplice … la risposta risiede nella consonanza linguistica oltre che nella rima tra i due nomi Valentino e Faustino …

Una cosa è certa, qualunque sia la vera motivazione, ammesso che esista, a ottenere reale beneficio sono quanti colgono in tale ricorrenza, un’occasione in più per organizzare eventi particolari dai quali trarne interessi personali e vantaggi economici.

Teresa Anania

Teresa Anania

Pubblicato da Teresa Anania

Eccomi..... Sono Teresa Anania, e ho una passione sfrenata per i libri. Un amore iniziato ad otto anni e cresciuto nel tempo. Amo scrivere e riversare, nero su bianco, emozioni, sentimenti e pensieri concreti e astratti. La musica è la colonna sonora della mia vita. Ogni libro lascia traccia dentro di noi e con le recensioni, oltre a fornire informazioni "tecniche", si tenta di proiettare su chi le leggerà, le sensazioni e le emozioni suscitate. Beh..... ci provo! Spero di riuscire a farvi innamorare non solo dei libri ma della cultura in senso lato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.