Crea sito

Il lato nascosto della luna di Pierluigi Califano


Proteggere ciò o chi si ama, spesso è fonte di profondo dolore

In un autunno piovoso, la città occulta e misteriosa per antonomasia, Torino, diventa teatro di delitti efferati e brutali. Numerosi sono i corpi di donne fatti a pezzi e poi sapientemente ricomposti all’interno di valigie. Le indagini partono immediatamente e con non poche difficoltà: sembra che niente accomuni le vittime se non il modus operandi feroce e spietato del serial killer che, di volta in volta, lascia sulla scena del crimine messaggi criptici quasi con l’intento di condurre gli inquirenti sulle proprie tracce.

“Fondamentalmente questo tipo di soggetti cercava e voleva essere scoperto. Desiderava che qualcuno lo fermasse, perché da solo non era in grado di farlo. Al tempo stesso sfidava chi avrebbe posto fine al suo essere malvagio, una sorta di carnefice che vuole diventare vittima.”

Dall’assemblaggio delle frasi che, prese singolarmente, sembravano non avessero quasi senso, viene fuori invece la traduzione di un capolavoro dei Pink Floyd, “The Dark Side of the Moon”, il lato oscuro, nascosto della luna. Piano piano emerge un passato che si confonde con il presente, che porta alla luce verità agghiaccianti e impensabili, facendo ricadere i riflettori su una serie di nomi insospettabili, che aveva preferito far cadere nell’oblio tracce di vita remota, credendo di aver chiuso per sempre gli scheletri nell’armadio e ritenendo di aver agito in nome dell’amore, ma di un amore malato ed egoista.

“…Linda pensava che talvolta quella parte celata agli altri si avesse timore di svelarla anche a noi stessi, pertanto si continuava a nasconderla, per preservare una parte di anima non compromessa dalla vita. C’era un luogo nel quale era difficile indagare, un posto che doveva restare nascosto. Esisteva il rischio concreto che svelarlo, far risvegliare i demoni che lo abitavano potesse avere pericolo per se stessi e per gli altri. C’era come un interruttore con la scritta: non toccare, una specie di salvavita. Talvolta qualcuno spingeva su quel tasto e le conseguenze erano spesso drammatiche, le reazioni potevano essere tragiche. Riteneva che le persone sole fossero quelle più a rischio, Linda pensava che esistesse una solitudine dell’anima, ancora più difficile da sopportare di quella di avere persone accanto. Qualche persona aveva dentro un lato nascosto più pronunciato, dettato dalla elevata sensibilità, quando quel lato prendeva il sopravvento, quando quel l’interruttore doveva essere pigiato ad ogni costo, il fragile equilibrio si rompeva.”

Il romanzo di Califano è pregno di continui colpi di scena e di intrecci incredibili. La descrizione è fluida e lineare e riesce a tenere incollato il lettore fin dalle prime pagine, analizzando e trattando con attenzione i meandri della psiche umana umana che mette brillantemente in risalto attraverso i personaggi del romanzo. Un thriller perfetto che incastra sentimenti, amori, dolori, tradimenti e passioni. Un’opera letteraria tinta di rosso, colore si del sangue, ma anche dell’amore, che rappresenta un messaggio di speranza e che se vero e autentico, può riuscire a riscaldare cuori ormai gelidi e a ravvivare colori di vite spente e anonime.

Lettura più che consigliata!

Fabiana Manna

Autore: Pierluigi Califano
Genere: Narrativa
Data uscita: Febbraio 2019
Editore: MReditori
Pagine: 322
Formato: brossura
Lingua: Italiano
ISBN 978-88-99008-96-3
EAN 9788899008963

Pierluigi Califano è nato a Roma. È laureato in scienze politiche ed ha collaborato con la rivista Terziaria (Edizioni Confcommercio). Ha sempre avuto la passione per la scrittura e nel 2015 ha pubblicato il suo primo romanzo: 1988-Il passato inatteso, edito da Aletti editore. È appassionato di arte e letteratura. Di recente si é classificato terzo al Concorso Nazionale 500 Parole, con il racconto: Con tutto l’amore che posso.

Sinossi

Un ispettore, una città magica, una serie di efferati delitti da risolvere. Un thriller nel quale il tragico presente si fonde con un passato che nasconde segreti inconfessabili. Gerardo Fogli, assistito da un’inattesa protagonista, alzerà il velo sottile sotto il quale scoprirà verità devastanti, i meandri più sconcertanti della mente umana. Quel lato nascosto che gli farà scoprire quella parte così celata ed altrettanto palese degli esseri umani. L’amore può essere l’unico antidoto per il male che si respira in questo romanzo, quel simbolo di speranza e rinascita che può cancellare il dolore di vivere.

Pubblicato da Fabiana Manna

Salve! Sono Fabiana Manna e adoro i libri, l’arte, la musica e i viaggi. Amo la lettura in ogni sua forma, anche se prediligo i thriller, i gialli e i romanzi a sfondo psicologico. Sono assolutamente entusiasta dell’idea della condivisione delle emozioni, delle impressioni e delle percezioni che scaturiscono dalla lettura e dalla cultura. Spero di essere una buona compagna di viaggio!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.