Crea sito

I segreti di Sharin Kot di Claudio Loreto

I segreti di Sharin Kot

Claudio Loreto
Una missione solitaria sprofonda una pattuglia motorizzata di alpini negli orrori della guerra afghana e ridesta nel capitano Emiliano Zanin il tormento di un amore tradito.
Nello sperduto villaggio di Sharin Kot l’ufficiale si imbatterà infine in una terribile scoperta, che rappresenterà tuttavia per lui la premessa per tornare a sorridere alla vita.

Introduzione

Sebbene il romanzo è frutto di immaginazione dell’Autore, i fatti si svolgono dentro una cornice di personaggi storici reali (legati in modo particolare alla missione del 2° Reggimento della Brigata Alpina “Taurinense”). In questo modo il romanzo può essere annoverato tra i “romanzi storici”. In poche parole il libro è di valido aiuto per chi vuole capire cosa è successo nell’Afghanistan depredato dai talebani.
Ovvero un racconto di guerra e di Amore

Aneddoti personali

Lo scrittore Ha iniziato scribacchiando una sorta di diario ai tempi del liceo. Da adulto ha poi collaborato a lungo con quotidiani e riviste, scrivendo in particolare di Storia e di politica estera. Solo di recente si è avventurato nella narrativa, con una raccolta di racconti (“Gli occhi sulla scia”, anno 2016), un primo romanzo “L’ultima croda” pubblicato nel 2017 ed un secondo pubblicato invece nel 2018 intitolato i Segreti di Sharin Kot

Recensione

Devo precisare che non amo i romanzi storici, ma ho deciso di leggere ugualmente la trama e solo dopo averla letta devo dire che mi è venuta una grandissima curiosità. Perché sinceramente spesso questo genere di storie mi rattristano, ma poi ho voluto dare una seconda possibilità al romanzo soprattutto per capire che cosa ha ancora da dire un giovane scrittore alle prime armi, su amore e guerra che non sia già stato detto o scritto.
Devo dire che leggendolo ne sono rimasta piacevolmente colpita per le sensazioni che mi ha lasciato questo romanzo.
Secondo la mia modesta opinione non sarà stato facile per lo scrittore inserire una storia di fantasia nella Storia effettiva ma devo dire che ne è venuto fuori qualcosa di carino che sicuramente catturerà l’attenzione di parecchi lettori che amano il connubio tra le storie sentimentali e i fatti di guerra.
Il romanzo è ambientato nell’Afghanistan, che come tutti sappiamo è un paese martoriato dalla guerra, dove il protagonista, Emiliano Zanin, è un militare che si ritrova all’interno del conflitto dopo aver ricevuto una delusione d’amore che lo ha distrutto moralmente e fisicamente.
Quindi il romanzo narra la storia di uomo che si trova in bilico tra il dovere di portare a termine una missione e il ricordo di una donna che gli fa sanguinare il cuore. Per tale motivo voglio complimentarmi con l’autore per essere riuscito a scrivere un romanzo di guerra non troppo lungo e pesante, che arriva dritto al cuore di chi lo legge. Non voglio anticiparvi nulla su come andrà a finire la storia d’amore ma vi assicuro che avrete delle belle sorprese.
Unico rimprovero che mi sento di muovere all’autore è quello di aver trovato alcuni dialoghi tra Emiliano e Rebecca (l’amore perduto) un po’ scontati, così come la descrizione della stessa Rebecca, così perfetta da sembrare quasi finta, soprattutto nella prima parte. Ma lo ritengo assolutamente un romanzo veritiero e romantico.

Conclusioni

Assolutamente consigliato a chi cerca una scusa per riflettere su tematiche di particolare importanza. A chi ama gli uomini forti ma al contempo fragili che lottano per i propri valori e ideali.
Sconsigliato invece a chi cerca scene di guerra dettagliate e cruente descrizioni di battaglie e massacri.

Voto

4/5

Citazioni

“Una missione solitaria sprofonda una pattuglia motorizzata di alpini negli orrori della guerra afghana e ridesta nel capitano Emiliano Zanin il tormento di un amore tradito.

Nello sperduto villaggio di Sharin Kot l’ufficiale si imbatterà infine in una terribile scoperta, che rappresenterà tuttavia per lui la premessa per tornare a sorridere alla vita.”

Recensione di Grace Di Mauro

Grace Di Mauro

Pubblicato da Grace Di Mauro

Mi chiamo Grazia Di Mauro Per gli amici Grace, sono un avvocato e i libri sono la luce alla fine del tunnel perché grazie a loro ho superato tanti periodi bui della mia vita. Insomma i libri per me sono vita amici e parenti che consulto ogni volta che ne ho bisogno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.