Crea sito

Gilles. Il Demone della Velocità di Riccardo De Benedetti

Gilles il Demone della velocità

Gilles. Il Demone della Velocità

Riccardo De Benedetti
Joanna è la moglie di Gilles Villeneuve, il pilota più amato di tutti i tempi. Quando Gilles resta vittima dell’incidente che gli toglierà la vita, lei lo raggiunge all’ospedale di Leuven dov’è tenuto in stato vegetativo da una macchina. I medici le consegnano un documento: se lo firmerà, la macchina verrà spenta e Gilles sarà libero. Ma per liberare l’anima di suo marito, la donna dovrà invocare il Demone della velocità, una creatura infernale a cui Villeneuve e tutti i piloti hanno dato la vita per essere i più veloci al mondo. Così Joanna incarna l’anima di Gilles e con essa ripercorre il passato, il loro amore, le imprese in pista, rivaluta il presente e predice il futuro… quando il figlio Jacques prenderà il posto del padre e ne realizzerà il sogno incompiuto.

Introduzione

Cosa spinge un uomo a sconfinare i limiti delle possibilità umane sfidando altri uomini tra le curve delle piste? Perché una moglie dovrebbe sopportare tutto lo stress di dover mantenere unita una famiglia e competere con i mostri d’acciaio ovvero le moderne bighe trainate da mille cavalli infuriati? Alla fine di tutto però cosa rimane? Quando l’uomo viene trasfigurato in mito, quando il suo corpo vivo trasmuta in un involucro di carne morta, cosa resta? Questa è la storia di Gilles Villeneuve uno tra i piloti più amati nella storia della Formula 1 e di sua moglie che racconta i momenti vissuti in ospedale dopo il brutto incidente che ha avuto il marito

Aneddoti personali

Gilles, il demone della velocità, da opera teatrale a libro. La drammaturgia scritta da Riccardo De Benedetti ha riscontrato un grande successo, a tal punto che la casa editrice Caosfera decide di adattarlo a romanzo.
Il tutto prende il via circa cinque anni fa quando l’autore teatrale De Benedetti, insieme al regista Claudio Tettamanti – della compagnia teatrale Scena46 decidono di realizzare una rappresentazione ispirata alla vita del Pilota di Formula 1 Gilles Villeneuve, considerato tra i più spettacolari piloti di tutti i tempi. Un uomo talmente spericolato da essere nominato l’aviatore, in quanto spesso usciva fuori pista “volando”.

Recensione

Il racconto comincia a seguito di un incidente: Joann ha sempre seguito il marito in tutti i suoi Gran Premi ma incredibilmente l’unica volta che non sarà presente è proprio la volta in cui il marito avrà un incidente che poi si rivelerà fatale. Così Joann dopo essere stata avvisata del terribile incidente prende il primo aereo per il Belgio e quando arriva in ospedale scopre che Gilles è tenuto in vita grazie a delle macchine ma che non ci stanno assolutamente possibilità di ripresa. Per tale motivo non le rimane che la scelta di firmare un documento per procedere all’Eutanasia. Ma proprio quando sta per firmare il documento per l’autorizzazione viene in contatto con un’entità: “il demone della velocità”. Chi è? Una creatura infernale a cui tutti i piloti del mondo da corsa vendono l’anima per essere più veloci, ma come sempre avviene il patto con il demone ha una sua scadenza.
Joann deve quindi liberare l’anima di Gilles dalle grinfie del mostro prima di firmare il documento, e per farlo si celerà nei panni del marito e intraprenderà un viaggio per capire quello che non ha mai compreso: cosa spingeva Gilles a rischiare la vita a 300 all’ora, a rischiare tutto, per una coppa.
Insomma un piccolo romanzo ben scritto e lineare da leggere tutto ad un fiato ove si garantiscono emozioni da cardio palma e riflessioni interiori di tutto rispetto.

Conclusioni

Assolutamente da leggere se siete patiti di formula uno ma soprattutto se volete riflettere sulle amenità della vita e su quanto può essere fugace.

Voto

4/5

Citazioni

Si, ci voglio provare. Voglio proprio vedere se avrà il coraggio di manifestarsi qui, davanti a me. per invocarlo indosserò la tua tuta, Gilles. E affonderò la testa nel tuo casco

Recensione di Grace Di Mauro

Pubblicato da Grace Di Mauro

Mi chiamo Grazia Di Mauro Per gli amici Grace, sono un avvocato e i libri sono la luce alla fine del tunnel perché grazie a loro ho superato tanti periodi bui della mia vita. Insomma i libri per me sono vita amici e parenti che consulto ogni volta che ne ho bisogno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.