Crea sito
  • Racconti,  Storie di Natale

    Contest : Osserva la foto ed inventa una storia….

    I nostri lettori hanno giocato ad osservare la foro e creare una storia. sono uscite fuori delle storielle molto carine che potrete leggere in seguito . il contest è stato creato sul gruppo nostro amico ” Quelli che amano le ali del bruco”. Atmosfera , di Ivana Pacini Era la vigilia di natale… Il fuoco scoppiettava nel camino riscaldando con un piacevole tepore la stanza, tutti erano indaffarati e il profumo che saturava si infondeva nelle narici facendo già pregustare e immaginare le delizie che da lì a qualche ora avrebbero riempito la tavola….I bambini correvano avanti e indietro con l’euforia dei loro anni innocenti, urlando e cantando che quella…

  • Editoriale,  Storie di Natale

    Storia del Presepe Napoletano

      Ormai è Dicembre, e già da un po’ si respira l’aria natalizia. Per le strade e nei negozi, luci colorate e addobbi richiamano l’attenzione dei passanti e rappresentano i simboli e le tradizioni di una delle festività più importanti che celebra la Natività. Emblematico, in questo senso, è sicuramente il Presepe, divenuto nel Medioevo “praesepium”, dal latino “mangiatoia”. In particolare, a Napoli, l’allestimento del presepe è una vera e propria arte, rimasta inalterata tutt’ora, la cui meraviglia può essere ammirata nella via dei presepi, San Gregorio Armeno. Si dice che il presepe è Napoli e Napoli è il presepe. Goethe a tal proposito scriveva: ” Ecco il momento di…

  • Il dono di Natale, Grazia Deledda
    Narrativa italiana,  Racconti,  Storie di Natale

    Il dono di Natale di Grazia Deledda

    I cinque fratelli Lobina, tutti pastori, tornavano dai loro ovili, per passare la notte di Natale in famiglia. Era una festa eccezionale, per loro, quell’anno, perché si fidanzava la loro unica sorella, con un giovane molto ricco. Come si usa dunque in Sardegna, il fidanzato doveva mandare un regalo alla sua promessa sposa, e poi andare anche lui a passare la festa con la famiglia di lei. E i cinque fratelli volevano far corona alla sorella, anche per dimostrare al futuro cognato che se non erano ricchi come lui, in cambio erano forti, sani, uniti fra di loro come un gruppo di guerrieri. Avevano mandato avanti il fratello più piccolo,…

  • la vera storia ed origine di Babbo Natale
    Miti e leggende,  Storie di Natale

    La vera storia ed origine di Babbo Natale

    Tutti i bambini lo sanno:  Babbo Natale viene dal Polo Nord, è barbuto e sovrappeso e la notte tra il 24 e il 25 dicembre porta i regali ai piccoli di tutto il mondo viaggiando su una slitta trainata da renne. Ma la storia di questo amato personaggio del folklore è lunga e affascinante quasi come la sua leggenda. Babbo Natale nasce sulle rive del Mediterraneo, si evolve nell’Europa del Nord e assume la sua forma definitiva (Santa Claus) nel Nuovo Mondo, da dove poi si ridiffonde quasi in ogni parte del globo. In principio era san Nicola, un greco nato intorno al 280 d.C. che divenne vescovo di Mira,…

  • Un lieto Natale
    Storie di Natale

    Un lieto Natale dal libro Piccole donne di Luisa May Alcott

    Da  Piccole Donne di Luisa May Alcott Un lieto Natale Nella grigia luce del mattino di Natale, la prima a svegliarsi fu Jo; rimase delusa nel vedere che non vi erano calze appese al camino ma, ricordandosi della promessa della mamma, cercò sotto il cuscino e ne trasse un libretto rilegato in rosso. Era la bellissima storia della vita del miglior Uomo che fosse vissuto; Jo la conosceva bene e sapeva che non poteva esistere un miglior libro-guida per un pellegrino in cammino. Con un allegro “Buon Natale” destò Meg e le ricordò di cercare sotto il cuscino. Anch’essa trovò un libro con la copertina verde e con alcune parole…

  • Sogno di Natale
    Storie di Natale

    ” Sogno di Natale”il meraviglioso racconto di Luigi Pirandello

    Sentivo da un pezzo sul capo inchinato tra le braccia come l’impressione d’una mano lieve, in atto tra di carezza e di protezione. Ma l’anima mia era lontana, errante pei luoghi veduti fin dalla fanciullezza, dei quali mi spirava ancor dentro il sentimento, non tanto però che bastasse al bisogno che provavo di rivivere, fors’anche per un minuto, la vita come immaginavo si dovesse in quel punto svolgere in essi. Era festa dovunque: in ogni chiesa, in ogni casa: intorno al ceppo, lassù; innanzi a un Presepe, laggiù; noti volti tra ignoti riuniti in lieta cena; eran canti sacri, suoni di zampogne, gridi di fanciulli esultanti, contese di giocatori… E…

UA-66560550-3