Crea sito
  • libri,  Narrativa straniera

    Il giardino dei segreti di Kate Morton

    Si possono vivere le favole anche nei giardini dimenticati Questo romanzo era nella mia “Wishlist” da moltissimo tempo, fin da quando avevo letto la trama su internet e questa mi aveva incuriosita e anche affascinata.Poi un giorno mi sono decisa ad iniziare la lettura e da subito sono stata catturata dal modo di scrivere dell’autrice scorrevole, dettagliato sembrava che stessi guardando un film.Il libro racconta la storia di tre donne che vivono in tre periodi storici differenti, partiamo con Eliza Makepeace, anche definita l’Autrice che abbandona all’inizio del 900 su una nave, una bambina facendo poi perdere le sue tracce.La bambina è Nell, che trovata abbandonata al porto di Maryborough…

  • libri,  Narrativa straniera

    L’avvocato canaglia di John Grisham

    Il potere ha il suo fascino ma la toga ne ha ancora di più. Insieme a Gianrico Carofiglio è lo scrittore di gialli giudiziari che più apprezzo.Sin dalla prima pagina John Grisham parte con una narrazione diretta, senza fronzoli. Lo scopo è quello di attirare immediatamente l’attenzione del lettore senza mezzi termini, senza leggere tra le righe. Ho apprezzato molto questo stile schietto che ben si adatta al personaggio principale.I brevi racconti delineano man mano il carattere dell’avvocato canaglia. Inizialmente si ha l’immagine di un uomo retto, il cui senso di giustizia spesso vanno ben oltre gli interessi personali.Col trascorrere delle pagine, il personaggio, lascia da parte la moralità, suo…

  • libri,  Narrativa straniera

    Oltre l’inverno di Isabel Allende

    “Imparavo finalmente, nel cuore dell’inverno, che c’era in me un’invincibile estate…”. Una tormenta di neve che si abbatte su Brooklyn in un weekend di gennaio, tre personaggi sconosciuti, diversi per origini e caratteri, si ritrovano a dover fronteggiare il freddo ed un’insolita situazione. Nell’arco di pochi giorni, durante i quali si avventurano in un viaggio a nord di New York, si conoscono ed affezionano l’uno all’altro, soprattutto si raccontano, ripercorrendo il proprio passato, che,  pur con esperienze completamente differenti, è caratterizzato per tutti e tre da episodi drammatici e grandi perdite.Seppur un po’ scontato per quel che riguarda la storia di fondo, dal finale abbastanza prevedibile, ritroviamo in questo romanzo…

  • libri,  Narrativa straniera

    “Musica”, di Yukio Mishima

    …”Nell’attimo in cui alla ragazza veniva in mente il concetto di “musica”, la musica si spegneva. L’idea della musica spegneva la musica stessa”… Autore: Yukio Mishima Titolo: Musica Editore: Feltrinelli Collana: Universale Economica Pagg: 205-Tascabile Prezzo: €. 9,00 “Musica” è un libro del 1965, pubblicato in Italia la prima volta da Feltrinelli nel 1993. Yukio Mishima, considerato uno dei maggiori autori giapponesi del Novecento morì suicida nel 1970, pare in diretta durante una trasmissione televisiva, con il rituale samurai dell’ harakiri. “Musica” è un saggio in chiave romanzata e metaforica di un caso clinico realmente trattato dallo psicanalista Shiomi Kazunori. Mishima, identificandosi con il dottor Shiomi, affronta un disagio psicofisico…

  • libri,  Narrativa straniera

    Il matrimonio degli opposti di Alice Hoffman

    “ Ama di più, non di meno” questa è la frase che più rappresenta questo romanzo. Alice Hoffman, scrittrice newyorkese di grande successo, ci regala un romanzo bellissimo e struggente, liberamente ispirato alla vera storia di Rachel Pomiè Petit Pizzarro, madre di uno dei più importanti pittori impressionisti francesi dell’800: Camille Pissarro ( il cognome è leggermente diverso perché il pittore lo cambiò durante la sua permanenza in Francia). Figlia di ebrei francesi in fuga dalle persecuzioni religiose ed etniche del secolo, Rachel e la sua famiglia trovano rifugio nell’isola di St. Thomas facente parte delle Antille Danesi, passate poi sotto il dominio americano nel 1917 (Isole Vergini). Donna determinata…

  • libri,  Narrativa straniera

    La Stanza dei riflessi di Marco Martano

    Un romanzo grazie al quale è possibile fare un viaggio nei meandri più sconosciuti dell’anima travalicando i limiti fisici e mentali. Ho letto questo libro in meno di tre giorni, perché nonostante consti di ben cinquecento pagine la scrittura appare molto scorrevole e piacevole. Lo scrittore è bravissimo nel  catapultare il lettore in un’altra realtà e precisamente ad Edimburgo; graziosa città del Regno Unito e capitale della fiorente Scozia. Vengono accertati undici suicidi e sette morti per cause naturali strettamente legate da un dettaglio misterioso. Sicuramente siamo di fronte ad un romanzo che, si presenta come un thriller, per poi sfociare in diversi generi letterari che avranno un impatto considerevole nella…

UA-66560550-3