Crea sito

“Andata e Ritorno – Istruzioni per il Viaggio Immaginale”, di Matteo Ficara

“Andata e Ritorno – Istruzioni per il Viaggio Immaginale”

Matteo Ficara
Un libro che racchiude la mappa e le istruzioni, semplici e chiare, per intraprendere il viaggio immaginale, uno degli strumenti più potenti (e divertenti) per esplorare i mondi interiori e trasformare se stessi. Il viaggio immaginale è senz’altro uno dei più potenti strumenti di esplorazione dei mondi interiori e di trasformazione di sé, e Matteo Ficara – ideatore di “Le Stanze dell’Immaginazione” – in questo amuleto fornisce al lettore istruzioni chiare e una dettagliata mappa da usare per espandere la coscienza e aumentare le capacità di pensiero e immaginazione.

Introduzione

“Chiudere gli occhi non significa smettere di vedere ma iniziare a farlo in un modo diverso, cioè concentrandosi sulla natura invisibile delle cose, sul piano delle possibilità.” (Matteo Ficara)

Aneddoti personali

Che cosa è, e qual è la natura invisibile delle cose? Da cosa è composta? Sono queste le prime domande che viene da porsi leggendo questa frase.  La risposta è semplice, apparentemente, è ciò che non si vede, sta nella nostra mente quindi, altro non può essere che l’immaginazione; quell’immaginazione da “vedere” con il cuore, che diventa quell’essenziale di cui parlava Antoine De Saint’Exupéry nel Piccolo Principe: “L’essenziale è invisibile agli occhi”.

Recensione

Matteo Ficara, filosofo e autore di questo piccolo scrigno, ci conduce in un percorso di “Andata e Ritorno” verso il viaggio immaginale. Ma cos’è il viaggio immaginale?  Il viaggio immaginale altro non è che ciò che noi percepiamo della realtà che ci circonda e, grazie alla quale possiamo intraprendere un itinerario di conoscenza della nostra essenza usando la nostra immaginazione. Immaginazione che non va e non deve essere confusa con la fantasia. La fantasia fa leva sul pensiero, l’immaginazione di cui  parla il nostro autore invece, è una vera e propria filosofia di vita da sviluppare attraverso quei “sensi sottili”, di cui tutti siamo dotati da prima di venire al mondo, ma che poi perdiamo durante il processo evolutivo.  La capacità di “sentire” quell’energia che sprigiona  da tutto ciò che non è tangibile ai comuni cinque sensi. Un’immaginazione ricettiva quindi, che aiuti a perlustrare,in totale libertà e avulsi da interferenze esterne, la propria interiorità alla ricerca di quei territori inesplorati, nascosti e primordiali, nei quali trovare le risposte che solo la saggezza di un IO profondo sa rivelare. Ma, affinché tutto ciò accada, occorre essere predisposti mentalmente e psicologicamente a un cambiamento radicale della propria vita, affrontando e accettando quei demoni interiori che accompagnano la quotidianità di ognuno di noi; porsi in una condizione di ricettività al fine di poter accogliere la sapienza primordiale facendo tesoro di quelle competenze e abilità innate ma che non avremmo mai creduto di possedere.  Un vero e proprio viaggio di ricerca, scoperta e ri-scoperta del proprio Sé . Un “viaggio di andata e ritorno”, di andata verso le sfere ignote  della propria conoscenza con un bagaglio di esperienze “esterne”; di ritorno, carichi di sapienza interiore e consapevolezza del proprio potenziale.  Una catabasi attraverso i substrati della coscienza, immergendosi in mari oscuri e profondi, lasciandosi trasportare da una sponda all’altra di un Ade fatto di territori immaginali e sensoriali, e luoghi reali e tangibili, affrontando poi il viaggio di ritorno da quell’ “oltre” inconcepibile, a volte, al pensiero razionale.

Conclusioni

Con un linguaggio colto ma non di nicchia, l’autore ci consegna un autentico vademecum e, un passo dopo l’altro, fornisce le chiavi di accesso a ciò che potrebbe sembrare un cammino per pochi eletti.  Affronta con estrema delicatezza, competenza e semplicità, un argomento complesso, frutto di uno studio decennale, fornendo al lettore una vera e propria mappa quasi fosse una caccia al tesoro, per poter raggiungere quei mondi interiori, target finale per cambiare e rinnovare se stessi. Lettura consigliata.
 
Teresa Anania

Voto

5/5

Citazioni

Non c’è nulla nel futuro di chi non sa cercare.

… sotto l’ultimo gradino di que­sta “scala che sale mentre ti fa scendere”, si trova un sentiero. Una via inizia sotto i tuoi piedi. A questo punto osservali, così darai loro la vita in quello spa­zio, potrai cominciare a fare i primi passi nel mondo immaginale e, mentre percorri il sentiero, iniziare a scoprire questa realtà. Cosa c’è attorno a te? Quale panorama si disvela ai lati del sentiero? … Benvenuto nel viaggio immaginale …

Se tu vuoi cogliere quel che manca, l’invisibile, un senso o un’idea, allora devi divenire invisibile a tua volta, devi spostare la tua attenzione da quel che c’è a quel che non c’è, accedendo alla sua realtà: il pensiero profondo. Sono questi i viaggi immaginali: accesso e ritorno dallo spazio delle possibilità.

Teresa Anania

Pubblicato da Teresa Anania

Eccomi..... Sono Teresa Anania, e ho una passione sfrenata per i libri. Un amore iniziato ad otto anni e cresciuto nel tempo. Amo scrivere e riversare, nero su bianco, emozioni, sentimenti e pensieri concreti e astratti. La musica è la colonna sonora della mia vita. Ogni libro lascia traccia dentro di noi e con le recensioni, oltre a fornire informazioni "tecniche", si tenta di proiettare su chi le leggerà, le sensazioni e le emozioni suscitate. Beh..... ci provo! Spero di riuscire a farvi innamorare non solo dei libri ma della cultura in senso lato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.